Nel caso di realizzazione di un cordolo di acciaio in copertura è necessario realizzare un ponteggio, demolire e ricostruire il pacchetto di copertura. Le voci strettamente necessarie ai lavori di inserimento del cordolo quali: demolizioni generali, ponte

Soluzione

Domanda
Nel caso in cui debba essere realizzato un cordolo di acciaio in copertura ai fini della riduzione della vulnerabilità dell'edificio, le voci strettamente connesse ai lavori di inserimento del cordolo quali: demolizioni generali, ponteggi, impermeabilizzazioni, manto di copertura e grondaie, come devono essere considerate ai fini del calcolo del costo dell'intervento?

\n

 

\n

Risposta
Nel caso descritto, accertata e dimostrata la presenza di vulnerabilità in copertura, così come disposto dall'ordinanza n. 8, e a condizione che gli interventi di riduzione della stessa siano classificabili tra quelli di cui al punto 8.4.3 delle NTC08 (Interventi locali), ai fini della determinazione del costo dell'intervento, rientrano all'interno della categoria "riparazione del danno, rafforzamento locale e riduzione della vulnerabilità" nella percentuale minima del 50% del costo dell’intervento i lavori relativi a:
- Demolizione o smantellamento copertura;
- Ponteggi e linee vita;
- Realizzazione cordolo;
- Rifacimento copertura, qualora non riutilizzabile, fino all’estradosso strutturale.

Gli interventi di impermeabilizzazione, isolamento, pluviali, gronde e manto di copertura, devono essere classificati dal tecnico incaricato all’interno della categoria finiture strettamente connesse.

 
Ti è stato d'aiuto questo articolo? si / no
 

 
Powered by Help Desk Software HESK, brought to you by SysAid