Riduzione della vulnerabilità attraverso l’eliminazione delle spinte in copertura è ammissibile la rimozione del vecchio tetto e il rifacimento del nuovo?

Soluzione

Domanda
Ai sensi dell'Ordinanza 4 e 8, è possibile ridurre la vulnerabilità dell'intero edificio mediante interventi di eliminazione delle spinte in copertura, effettuando, ad esempio la rimozione della vecchia struttura e il rifacimento della nuova copertura?

\n

 

\n

Risposta
Accertata e dimostrata la presenza di vulnerabilità in copertura, così come disposto dall’ordinanza n. 8 del 14.12.2016, e a condizione che gli interventi di riduzione della stessa siano classificabili tra quelli di cui al punto 8.4.3 delle NTC08 (Interventi locali), la rimozione del tetto e il rifacimento del nuovo è ammissibile solo ed esclusivamente nel caso in cui non sia possibile riutilizzare/recuperare la struttura rimossa. I costi relativi ai lavori di rifacimento della copertura fino all’estradosso strutturale, devono essere classificati nella categoria delle opere strutturali, in merito a riparazione danno e rafforzamento locale nella percentuale minima del 50% del costo dell’intervento.

 
Ti è stato d'aiuto questo articolo? si / no
 

 
Powered by Help Desk Software HESK, brought to you by SysAid