Apertura di un conto corrente dedicato al terremoto

Soluzione

Domanda

\n

Sono una impresa assuntrice dei lavori e USR mi ha chiesto di aprire un "conto corrente dedicato al sisma". Cosa devo fare? In che banca devo aprirlo?

\n

 

\n

Risposta

\n

Al fine di attivare il sistema di Monitoraggio l’Impresa deve aprire un conto (o trasformare un conto preesistente) dedicato in via esclusiva al sisma 2016: quindi, dovrà utilizzare sempre il medesimo conto corrente per tutti i movimenti finanziari ancorché afferenti ad opere diverse (es. con CUP diversi).

\n

L’Impresa deve firmare e consegnare all’istituto bancario, dove è radicato il proprio conto dedicato, la lettera cui sopra al fine di duplicare le rendicontazioni associate al conto corrente e gli esiti dei bonifici XML SEPA e metterli a disposizione del Soggetto Monitorante (Presidenza del Consiglio).

\n

Per assolvere a questo obbligo, i soggetti economici incaricati dal beneficiario del contributo dovranno recarsi presso uno degli istituti di credito abilitati a fornire il servizio di Monitoraggio Grandi Opere (il loro istituto di credito di fiducia, non quello scelto dal cittadino terremotato per il pagamento dei contributi per la ricostruzione) aprendo un nuovo conto corrente od impiegando un conto corrente già in loro possesso a patto che tale istituto di credito aderisca al consorzio CBI dedicandolo in via esclusiva ai movimenti collegati alla ricostruzione e consegnando il fac-simile riportato di seguito.

\n

L’apertura di questo conto potrà avvenire in seguito alla assunzione del primo incarico dietro consegna all’istituto di credito della lettera di manleva e comunque prima della prima autorizzazione al pagamento di SAL in seguito alla assegnazione di contributi.

\n

Tale lettera di manleva può essere scaricata alla seguente URL:

\n

https://assistenza.sisma2016.gov.it/knowledgebase.php?article=58 

\n

 

\n

Analogamente a quanto svolto nell’ambito del monitoraggio finanziario (articolo 36 della legge n. 114 del 2014), il soggetto economico dovrà indicare all’istituto di credito, qualora richiesto dal cliente attraverso il servizio di esito al beneficiario, le informazioni dei bonifici verso il medesimo “focal point” utilizzato dalla Presidenza del Consiglio:

\n

Identificativi del GSM

\n

SIA 326H8 

\n

CUC 0883796U 

\n

CODICE ID NAZIONALE 80188230587 

\n

ABI BANCA PROPONENTE 88515 

\n

CUC BANCA PROPONENTE 0883436G

\n

 

\n

La autorizzazione al monitoraggio da parte del GSM su questa tipologia di conti correnti “privati” normalmente viene fornita all’istituto di credito attraverso una lettera di manleva firmata dall’intestatario del conto corrente. 

\n

Tutti i pagamenti per le prestazioni effettuate sul cratere transiteranno pertanto su questo conto corrente.

\n

E solo ed esclusivamente da questo conto corrente potranno transitare i pagamenti verso i subappaltatori (non i fornitori di materiali ma imprese o artigiani che svolgono prestazioni in cantiere in subappalto).

\n

Al fine di ottemperare agli obblighi di monitoraggio di legge, il pagamento verso i subappaltatori dovrà essere effettuato indicando nel tracciato dati SEPA del bonifico il codice CUP dell’intervento che dovrà coincidere con quanto indicato sulle fatture che il bonifico andrà a quietanzare, secondo il formalismo previsto dal monitoraggio finanziario.

\n

Per una trattazione più dettagliata del tema si prega di fare riferimento al capitolo 7 del vademecum istruttoria controlli e pagamenti.

\n

 

 
Ti è stato d'aiuto questo articolo? si / no
 

 
Powered by Help Desk Software HESK, brought to you by SysAid