Individuazione delle soglie per il superamento del "danno lieve"

Soluzione

DOMANDA

/n

Come si devono documentare i distacchi della soglia di danno lieve di cui all’Allegato 1 dell’ordinanza  n. 4/2016 mediante la seguente condizione: “distacchi ben definiti fra strutture verticali ed orizzontamenti e nell'intersezione dei maschi murari”, ai fini del superamento della soglia di danno lieve di cui all’Allegato 1 della medesima ordinanza 4?

/n

RISPOSTA

/n

Si osserva preliminarmente che: “il distacco agli orizzontamenti e il distacco alle intersezioni dei maschi murari “è una delle condizioni previste dall'Allegato 1 all'ordinanza n. 4/2016 che non deve essere superata per l’individuazione della soglia di danno lieve. Si dovrà prendere in considerazione  il caso dell'attivazione di "meccanismi locali" per azioni al di fuori del piano dei pannelli murari. Con il  termine intersezione si intende una interconnessione (anche parzialmente efficace) fra i setti adiacenti talché si possa parlare di danno strutturale. Il presupposto è che nella situazione ante sisma sia  presente (e garantito) il comportamento scatolare dell'edificio reso labile dall'effetto del sisma.

Nella tabella 1 dell’Allegato 1 all'ordinanza n.  19/2017 per la determinazione delle soglie di danno,  le due componenti di danno sopra citate (distacchi fra pareti ortogonali e inefficacia dei collegamenti fra orizzontamenti e pareti verticali) sono invece trattate separatamente: il distacco fra maschi murari compare come danno in presenza di precedente ammorsatura e come vulnerabilità; in assenza di ammorsatura l’inefficacia (e non il distacco) degli orizzontamenti compare solo fra le vulnerabilità. Si precisa  che il distacco di una ammorsatura efficace genera normalmente una lesione con andamento irregolare che interessa una o entrambe le murature coinvolte. Di contro, ove ricorra il  caso di assenza di ammorsatura, la lesione si presenta con andamento verticale esattamente nel punto di incrocio dei due maschi murari e rappresenta l'evidenza di un comportamento non solidale fra gli stessi. L'interconnessione fra i setti è provata dalla presenza di elementi resistenti comuni ai due maschi murari.

/n

 

 

 

 

 
Ti è stato d'aiuto questo articolo? si / no
 

 
Powered by Help Desk Software HESK, brought to you by SysAid